Partiamo da un paio si considerazioni: ci piaccia o meno, la vita di tutti noi è sempre più improntata al “social”. Ed è altrettanto innegabile che, al giorno d’oggi, i bambini di 2-3 anni sanno già usare tablet (e non soltanto prodotti come questo giocattolo, per loro espressamente pensato), smartphone & co. molto meglio di alcuni laureati in ingegneria informatica. Però, forse, il progetto che la designer olandese Laura Cornet ha battezzato “New Born Fame”, si è spinto un passo troppo oltre…

Partendo dall’ovvia considerazione che, volenti o nolenti, i neonati di questa seconda decade del secolo su Facebook e Twitter ci finiranno comunque (loro malgrado), poiché allevati da genitori che hanno vissuto pienamente il boom dei Social, ha pensato di fornire “il coltello dalla parte del manico” direttamente ai bebè! La giovane designer ha sviluppato una serie di giocattoli rigorosamente improntati alla massima condivisione. Ovvero una giostrina da culla con attaccate le icone di icone di Twitter e Facebook che, non appena il bambino gli si avvicina, filma e posta video di tutto quello che accade; un pupazzetto di stoffa che nasconde un modulo GPS utilizzabile per registrare la posizione del bimbo; una palla in grado di scattare foto ogni volta che il bambino la farà rotolare ed infine un paio di scarpine in grado di tracciare i calci e contare i passi dei bimbi così come fanno i “fitness tracker” professionali di mamma e papà.

Da provocazione a business

Nata come una provocazione-installazione artistica, finalizzata a focalizzare l’attenzione sul coinvolgimento – spesso e volentieri eccessivo – dei nostri figli nella nostra vita “social”, l’idea ha raggiunto solo in parte il proprio obiettivo. Nel senso che il progetto ha raccolto anche moltissimi pareri entusiastici, tanto da spingere la designer a valutare seriamente di entrare in contatto con degli investitori interessati a produrre i suoi prototipi.

Magari modificati in modo da trasmettere video e immagini sugli smartphone di mamma e papà, piuttosto che nell’oceano della Rete. In cui, è sempre meglio ricordarlo prima di postare foto dei nostri figli, nuotano anche tanti “squali”.


E voi che ne pensate? Come vi ponete nei confronti dell’uso delle foto dei bambini sui social network? Comprereste uno di questi giocattoli per vostro figlio? Raccontatecelo commentando questa notizia!

Ti è piaciuto questo post? Allora condividilo con i tuoi amici!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *